Subscribe to our newsletter

Keep you updated

News

About Us

Reviews

  • Music Coast to Coast
    Oltremare, uscito il 9 aprile 2018, è il debut album dei quattro che smentisce tutte le mie paure. Ci troviamo difatti davanti ad un disco che parla da sé, che fa parlare la musica. Sonorità Post Rock, Ambient e Post Metal si amalgamano nelle nove tracce del disco, tutte strumentali capaci di regalare forti emozioni. Interessante la ricerca de Il Giardino degli Specchi nel trovare una loro dimensione e una loro strada nel Post Rock. Oltremare è un disco che spiazza, emozionante e dal carattere forte e deciso.
  • Radio Città Aperta
    Calma e grinta, professionalità ma non certo freddezza, studio e cura, compattezza e maturità nel lavoro collettivo, è quello che trasmettono attraverso le loro persone e le loro performance e produzioni, e certo sono cose che colpiscono abbinate alla giovane età.
  • Heart of Glass
    Oltremare si conferma un disco sensibile, accurato nella stesura, dinamico e maturo, che non poggia unicamente su effetti di modulazione, ma che sa intrecciare le trame sonore di chitarra e synth, in maniera notevole, appoggiandosi comunque ad una sezione ritmica perentoria. Il Giardino degli Specchi evita paragoni con forme di post-rock più autorevoli ed acclamate, cercando di ottenere un suono che li rappresenti e che ne manifesti le intenzioni, riuscendoci con una costanza ed una qualità sorprendenti, specie in un disco d’esordio.
  • RockGarage
    Oltremare è sicuramente un album degno di nota per chi apprezza il post-rock, trasversale all’interno del genere ma corposo e incentrato proprio su quelle soluzioni
  • De Mist
    Oltremare has become an alternating album, but still contains a certain line towards a climax. The four band members allow themselves the space to experiment without losing the bigger picture. And that is pretty awesome and attested to a piece of craftsmanship. Italian craftsmanship!
  • Gezeitenstrom - Musikmagazin
    (English translation) Stylistically, Il Giardino degli Specchi move on a traditional way in the post-rock, ranging with dynamic corners. Perfectly balanced with harmonic arcs, the four Italian celebrate an extremely energetic atmosphere which is rounded melodic. The arrangements of the guitar as cover pretty much all facets of emotional aspects, ranging from rigorous explosions exaggerated and emotional positioning. The dreamy tone arches with catchy structures are clearly stated.

Upcoming Shows

2018

Send us a message

Get in touch

 I give my consent to send my personal data (name, e-mail) that will be used exclusively to be recontacted in response to my contact request.